Aston Martin V8 Vantage "Oscar India", 1983 

Una delle 41 con guida a sinistra, cambio manuale, restaurata integralmente dalla Casa Madre
One of just 41 samples LHD, manual gearbox, fully restored by Aston Martin service
1/27

(English text below)

 Questa rara Aston Martin V580 BBS, come questi ultimi Oscar India sono comunemente noti, lasciò la fabbrica il 28 marzo 1983 con le desiderabili e rare specifiche Vantage e il cambio manuale. Si tratta di una delle 41 prodotte con guida a sinistra.

 

Ha subìto tre fasi di ampio lavoro di restauro per portarlo alle condizioni da salone, dal penultimo proprietario che l’ha acquistata nel 2007. La prima fase, completata nel 2008, ha riguardato la meccanica: le fatture di manodopera e ricambi, tra cui una nuova frizione, nuovi ammortizzatori, una nuova cremagliera dello sterzo e cinque nuovi pneumatici, ammontano a oltre 40.000 Euro, ed il lavoro è stato curato da Aston Martin Bordeaux.

La seconda fase, completata nel 2011, si è concentrata sulla verniciatura ed è costata 35.000 Euro e nel 2013, sempre ad opera dell'Aston Martin Bordeaux, ulteriori lavori di restauro hanno superato i 77.000 euro. La carrozzeria è stata completamente smontata e riparata prima di essere portata a lamiera e verniciata; per gli interni sono stati usati 30 metri quadrati di pelle bianca, immacolata.

Infine, nel 2018 l’auto è stata messo a punto da Aston Martin Heritage al costo di 37.000 € per accertarne il corretto e funzionante. La spesa totale negli ultimi 10 anni ha superato i 188.000 euro.

Splendidamente conservata in ogni componente, è difficile trovare un’altra V8 Vantage Oscar India in condizioni migliori. Completa il corredo documentale foglio di costruzione e certificato heritage, oltre a fatture di tutti i lavori di restauro. 

 

Documenti italiani e certificato di rilevanza storica ASI. Vettura visibile previo appuntamento a Bologna.

 

NOTE STORICHE:

Nel 1983, la gamma Aston Martin V8 era in produzione da oltre mezzo decennio e andava ancora forte. I continui aggiornamenti e le modifiche al modello comportato un produzione artigianale secondo i desideri di ogni singolo cliente; inoltre, la seconda generazione del motore Vantage era uno dei più potente in circolazione.

Il motore V580, introdotto nel 1980, era di serie su tutta la gamma V8: gli specifici alberi a camme aumentavano la potenza della Vantage a 375 CV. Come di consueto, il problema arrivò con le gomme: Pirelli aveva difficoltà a mantenere una qualità costante con la gomma precedentemente usata, così nel 1981 la fabbrica iniziò a montare il modello P7. Sfortunatamente, questo pneumatico richiedeva un gonfiaggio eccessivo perciò guida e maneggevolezza risultavano compromesse. Nel 1983 si trovò una soluzione con i cerchi da 8 pollici, cerchi BBS e passaruota allargati per accogliere la più ampia combinazione di cerchio e pneumatico. Introdotti su questo veicolo, questi cerchi risultavano più affascinanti e sono state mantenuti anche nei modelli successivi. In combinazione con il raro e desiderabile cambio manuale, la Vantage era un'auto potente e oggi molto ricercata in questa configurazione.

_____________________

 

 This rare Aston Martin V580 BBS, as these later Oscar Indias are commonly known, left the factory on 28 March 1983 with the desirable and rare Vantage specification and manual gearbox. It is one of 41 left hand drive cars produced. 

It has undergone three stages of extensive restoration work to bring it to showroom condition. The first stage, completed in 2008, focused on the mechanical restoration. Invoices accounting for labour and new parts, including a new clutch, new shock absorbers, a new steering rack and five new tyres, amount to €40.000, and the work was completed by Aston Martin Bordeaux.

The second stage, completed in 2011, focused on the paintwork and cost €35.000 at Aston Martin Bordeaux and in 2013, again by Aston Martin Bordeaux, further restoration work cost in excess of €77.000. The body was completely taken apart and repaired before being primed and painted, fitted with all new glass and window seals, and then re-trimmed in 30 square meters of immaculate white leather.

Finally, in 2018 the car underwent a tune-up by Aston Martin Heritage at a cost €37.000 to ensure that it is in correct and working order. Total expenditure in the last 10 years has surpassed €188.000.

Beautifully pristine in every way, a more perfect V8 Vantage Oscar India would be hard to find. Complete with build sheet and Heritage Certificate, plus invoices and photographs from all restoration work.

Italian title. The car could be seen by appointment in Bologna.  

HISTORICAL TIPS: 

By 1983, the Aston Martin V8 range had been in production for over half a decade and was still going strong. Continued upgrades and model changes meant that each customer bought a hand-crafted and custom-built vehicle, and the second iteration of the Vantage engine meant that those customers were often driving the most powerful vehicle on the road.

The V580 engine, introduced in 1980, was standard across the V8 range – it was the specification of the camshafts that increased the Vantage output to 375 bhp. The problem came with the tyres: Pirelli had trouble maintaining consistent quality with the previously favoured tyre, so in 1981 the factory moved to the P7. Unfortunately, this tyre required over inflation, and ride and handling were severely affected. In 1983, a solution was found: adopt 8-in. BBS wheels, and widen the wheel arch to accommodate the larger combination of wheel and tyre. Seen on this vehicle, these wheels are often considered much more beautiful and were retained for following models. Combined with the rare and desirable manual gearbox, the Vantage was a potent car and today highly sought after in this configuration.

(Photos and text courtesy of RM Sotheby's)

© 2014 by GT3 srl a socio unico | Photos Gianni Mazzotta. All rights reserved.
 

  • White Instagram Icon
  • Facebook Clean
  • Twitter Clean
  • YouTube Clean
  • LinkedIn Clean