Fiat "Nuova Panda 4x4", Edizione Limitata, Bianco Corfù, 1985

La regina delle utilitarie tra le Youngtimer, restauro integrale, 1 proprietario per oltre 30 anni |
The queen of the cityicars among the Youngtimers, fully restored, single ownership for over 30 years
1/58
Venduta | Sold

(English text below)

 E’ la Fiat Panda, l’utilitaria per eccellenza tra le Youngtimer, con un tocco speciale, quello delle quattro ruote motrici. La “Nuova Fiat Panda 4x4 Edizione Limitata” del 1985 rappresenta il punto di collegamento tra la prima serie prodotta dal 1983 e la “Supernova” presentata di lì a poco: questa versione speciale, prodotta in 5000 esemplari, conservava esternamente le linee squadrate ad opera di Giorgetto Giugiaro, così come negli interni ancora con i sedili ribaltabili “a busta”, la panca posteriore trasformabile in culla ed il grande marsupio a sostenere il minimale cruscotto.

 

Le differenze riguardano le finiture ad iniziare dai cerchi bianchi che introducono il nuovo disegno usato sul restyling, la colorazione Bianco Corfù, i fari supplementari, il tetto rivestito in vinile con portapacchi dedicato ed il portellone posteriore parzialmente verniciato di nero opaco. Una fascia adesiva bianca, nera e rossa lungo il profilo della vettura permette di distinguerla ad un primo sguardo. L’interno dell’edizione limitata invece si caratterizza per le cinture di sicurezza rosse, i pannelli in finta pelle con una riga orizzontale rossa e, a richiesta, il tessuto speciale rosso a pois neri.

 

L’auto montava il collaudato 4 cilindri, di cilindrata 965 ad aste e bilancieri con 48 cavalli: potenza più che sufficiente per muovere agilmente i meno di 800kg della piccola utilitaria che ancora oggi si muove nel centro cittadino con un’agilità impareggiabile rispetto alle auto odierne. 

Lo spot dell’epoca recitava: “La Panda 4x4 inizia a divertire dove gli altri si fermano”. Effettivamente le Pirelli Winter montate su cerchi da 4,5 pollici aggrappano ovunque con una facilità disarmante: pochi ostacoli possono fermare la Panda 4x4, i peggiori sono i solchi troppo profondi che quindi, a causa del baricentro non eccessivamente alto, fanno “arare” l’avantreno.

L’esemplare qui proposto, nel colore dedicato all’Edizione Limitata “Bianco Corfù”, è stato venduto alla fine del 1985 ed immatricolato nel Gennaio del 1986 dal primo proprietario fino al 2016, pochi mesi prima che l’acquistassimo noi per sottoporla ad un restauro integrale: gli interni in tessuto rossi erano di un materiale non adatto per impiego automobilistico e si erano lacerati (come in quasi tutte le altre vetture omologhe) per cui sono stati rifatti usando un materiale idoneo per l’uso e uguale all’occhio. Dove abbiamo potuto, abbiamo conservato tutti i componenti originali, restaurando le parti più difficili da reperire.  La carrozzeria, pur essendo stata conservata dalla famiglia proprietaria con cura, presentava svariati punti di ruggine per cui si è resa necessaria la sostituzione di alcuni lamierati esterni; il sottoscocca invece è stato unicamente bonificato e trattato con materiali protettivi, ma è tutt’ora originale. 

La carrozzeria è stata quasi integralmente riverniciata, il tetto è stato rivestito nuovamente in vinile conforme all’originale e sono state ricostruite le decalcomanie della versione speciale. 

 

Il motore – con circa 56.000km originali –è stato verificato, tagliandato, sono stati sostituiti numerosi componenti, è stato revisionato il carburatore, è stata sostituita la marmitta, il radiatore, i supporti ed altri componenti. Il cambio e la scatola guida sono stati completamente aperti e revisionati, così come il differenziale posteriore. Infine pneumatici, ammortizzatori, pinze anteriori, ganasce posteriori e tubi freno nuovi. 

 

Tutti i lavori sono documentati da foto e fatture; auto visibile a Bologna previo appuntamento.

Cliccando QUI trovate un articolo con la storia della Panda 4x4, mentre di seguito potete vedere la prova "Perché comprarla classic" di Motor1.com

 

 

 

 

 

 

 The Fiat Panda is one of the coolest italian citycar among the Yountimers, with that special touch of the 4 wheel drive. And the 1985 “Nuova Fiat Panda 4x4 Edizione Limitata” represents the connection between the first serie produced since 1983 and the “Supernova” introduced few months later: this limited edition, produced in 5000 samples still has the original shape designed by Giorgetto Giugiaro as for the interior with the special seats that you can recline to make a bed, the rear bench that could become a crib and the large pouch under the dashboard.

 

The main differences of this “limited edition” are many details that let you understand it is something pretty rare: for example the white wheels with a new shape, then used on the restyling, the White Corfù paint, the additional headlights, the vinyl roof with special roof-rack, the rear hood painted in black. A white, red and black stripe stiker runs all around the sides of the car to distinguishes the special edition at first sight. Taking a look at the interior we can find the special red seat belts, the black vinyl side panels with a red stripe and, on request, you could ask for the special red dotted cloth.    

 

This Panda mounted the reliable 965 cmc 4 cylinders with 48 hp: it was enough to let the Panda move easily everywhere thanks to its weight, less than 800 kgs: still nowadays the Panda is so easy to drive in the traffic of our cities. The commercial said: “With the Panda 4x4 the fun starts where all the others have to stop”; it is true, thanks to the M+S Pirelli Winter tyres mounted on 4,5” wheels the Panda can climb almost everywhere. Just few barriers can stop this tiny car…the worst are the deepest grooves where the ground clearance of the Panda isn’t high enough.

The sample we have for sale, in the launch colour “Corfù white” was sold at the end of 1985 and registered in Sondrio in 1986 by the first owner who had the car until 2016; few months later we bought the car and started a total restoration: the cloth used for the interior wasn’t suitable for automotive purpose and were destroyed (as many other samples like this) so they were refurbished with an improved and very similar material. Where it was possible, we tried to restore and preserve the existing parts , because some are really hard to find. Even if the body was preserved by the family who owned the car, it had some rust so we had opted for new panels; underneath the body presented in better conditions  and we just resprayed and  coated, keeping it original as much as possible. The body has been fully resprayed and the roof was covered with black vinyl, as the original, and sticked the new side stripes.

 

The engine – with just 56.000kms – has been verified and serviced, many parts were changed, the carburetor was overhauled, then we put a new exhaust, a new radiator, brackets and so on…Gearbox and steering rack were opened and overhauled as we did with the rear differential. To conclude, we put new tyres, shock absorbers, front and rear brakes.

 

Photos and invoices of the restoration, comes with the car, available by appointment in Bologna. 

HERE you can find an article about the story of the Panda 4x4, while above you can watch the video test "Perché comprarla classic" by Motor1.com 

© 2014 by GT3 srl a socio unico | Photos Gianni Mazzotta. All rights reserved.
 

  • White Instagram Icon
  • Facebook Clean
  • Twitter Clean
  • YouTube Clean
  • LinkedIn Clean