© 2014 by GT3 srl a socio unico | Photos Gianni Mazzotta. All rights reserved.
 

  • White Instagram Icon
  • Facebook Clean
  • Twitter Clean
  • YouTube Clean
  • LinkedIn Clean

Davrian Mk5, GTP, race car, 1971

Periodo G2, classe GTP1000, massima preparazione, leggera e vincente | G2 period, GTP1000 class, winning, light and performing car
1/31
Prezzo su richiesta |
Price on request

(English text below)

Davrian Mk5, GTP, 1971, "una Hillman Imp vestita da diavolo", così citava un articolo su un giornale britannico dell'epoca.

Un’auto da corsa che solo gli inglesi potevano inventare: la Davrian è una piccola casa costruttrice di origini londinesi che ha operato dal 1965 fino ai primi anni ’80, salvo poi diventare l’odierna Darrian che ancora oggi produce questo tipo di kit-car sportive. 

 

Basata sulla meccanica della tranquilla Hillman Imp, di cui venivano sfruttate le sospensioni il blocco motore e la trasmissione, la Davrian presentava una monoscocca in vetroresina con struttura anteriore e posteriore tubolare in alluminio per sostenere il motore – in posizione centrale –, il retrotreno e l’avantreno. Sono state prodotte 8 serie di Davrian, evoluzione del progetto originario, con  differenti propulsori e carrozzerie aggiornate stilisticamente. 

L’auto che proponiamo in vendita è una Mk5 del 1971 che ha corso in Inghilterra, principalmente in pista (anche se molte Davrian hanno ottenuto successi nei rally o nelle cronoscalate). 

La vettura di serie, regolarmente omologata per uso stradale, garantiva una velocità massima di oltre 125 miglia all’ora, grazie ad un motore piccolo ma brillante, e soprattutto grazie al peso piuma di circa 550kg.

 

Giunto in Italia nel 2009, questo esemplare di Mk5 è stato completamente restaurato, sfruttando l’esperienza di due preparatori modenesi quali Manfredini e Giuliani che hanno migliorato ulteriormente le prestazioni della piccola coupé inglese con soluzioni estremamente raffinate: il motore Hillman 998 ora produce 118 cavalli, grazie ai doppi Weber carburatori 40 DCOE ed alla marmitta in lega leggera realizzata ad hoc. 

 

Sono stati rinforzati sia il telaio che la gabbia di sicurezza, sono stati costruiti ex novo i mozzi per il cambio Hillman con ingranaggi Hewland ed è stato montato un impianto frenante a quattro dischi Girling. 

La carrozzeria in vetroresina è stata volutamente conservata, nonostante oggi sia possibile avere gli stessi pezzi con materiale molto più leggero.  

Una volta terminata la preparazione, l’auto è stata usata nel 2016 per qualche gara in pista nel Campionato Italiano Autostoriche, dimostrando tutto il suo potenziale.

L’auto ha un HTP nazionale in corso di validità per correre nel Secondo Raggruppamento, periodo G2, Classe GTP1000. Equipaggiamento omologato, numerosi ricambi a corredo, pronta per correre.

Vettura visibile previo appuntamento a Modena. 

__________________________________

Davrian Mk5, GTP, 1971, a "Hillman Imp in devil’s clothing" as we've read on a period motorsport magazine.

It is a race car that could have been invented only by British enthusiasts! Davrian is a small company from London that used to build this little sports car from 1965 till mid 80s; now the company changed its name in Darrian and it still produces the evolution of the original model.

 It was based on the calm and reliable Hillman Imp hardware: suspensions, engine and gearbox were fitted into a fiberglass monocoque with front and rear bulkhead in aluminium as support for the engine - just behind the driver - the front and rear axles. The Davrian had been produced in 8 series as evolution of the first version with different engines and bodies shaped according to the evolving trends.The car we have for sale is a1971 Mk5 that raced mainly on track in UK (but many Davrians were winning cars on rallies or hillbclimbs).  

The street legal car (even if it is really extreme for road use!) had a top speed of 125 mph thanks to the upgraded, small but brilliant engine and the featherweight of 550 kgs.

This Mk5 had been purchased and imported to Italy in 2009: since then it has been completely restored thanks to the experience of two well-known craftsmen from Modena, Manfredini and Giuliani who improved the performances of the little sportcar with top level refined solutions: the Hillman 998 cmc Hillman engine had an output of 118 hp thank to twin Weber 40DCOE carburetors of the alloy handbill exhaust.

The monocoque was reinforced with safer roll cage, then the gearbox had been improved with new Hewland gears, mechanisms and hubs. The braking system has 4 drilled discs with Girling calipers.

The owner preferred to keep the original fiberglass body instead of the modern and lighter one.

Once finished the car attended few races in 2016 Italian Historic cars championship, proving its potential.

The car comes with Italian HTP, valid for national races in G2 period, Class GTP1000.

 

It is a really fun to drive car, with safety updated, many spare parts, ready to race: it could be seen by appointment in Modena.